PRELUDIO DELLO SPETTACOLO TEATRALE “ANDANDO VIA. OMAGGIO A GRAZIA DELEDDA” – 20 LUGLIO 2019

PRELUDIO DELLO SPETTACOLO TEATRALE “ANDANDO VIA. OMAGGIO A GRAZIA DELEDDA” – 20 LUGLIO 2019

Dopo la presentazione del progetto avvenuta il 9 marzo scorso a Nuoro, le figure femminili tessute nella riproduzione della celebre opera di Maria Lai hanno preso vita grazie alla sceneggiatura originale scritta da Neria De Giovanni, studiosa e massima esperta di Grazia Deledda. Cosima, Olì, Maria Noina, La Madre, Annesa, Marianna Sirca e le dame Pintor sono tornate ad essere protagoniste, dopo il successo letterario, nello spettacolo teatrale che nei prossimi mesi calcherà i palchi dell’Isola e di cui è stato proposto il preludio la scorsa estate a Samugheo, nella piazza antistante l’Ex Cantina Sociale. Un evento fortemente voluto dall’Amministrazione comunale che ha aperto con “Andando via. Omaggio a Grazia Deledda” uno degli appuntamenti per cui il paese del Mandrolisai è famoso, la mostra “Tessingiu”.

Nato per volontà di Giuditta Sireus, ideatrice dell’intero progetto e regista della rappresentazione, lo spettacolo si avvale di professionisti di prim’ordine, come la presidente e direttrice artistica della compagnia teatrale Il Crogiuolo, l’attrice Rita Atzeri. Oltre a interpretare Cosima, ha anche il ruolo di coordinatrice teatrale dell’opera e in tale veste ha scelto personalmente le attrici, tra le migliori in Sardegna, che interpreteranno i vari personaggi: Maria Loi (Marianna Sirca), Manuela Ragusa (Olì), Maria Grazia Bodio, Isella Orchis e Gisella Vacca (rispettivamente Ruth, Ester e Noemi Pintor), Monica Zuncheddu (Maria Noina), Miana Merisi (Annesa) e Carla Orrù (Maria Maddalena, La madre).

«Il preludio dello spettacolo ha offerto al pubblico la possibilità di vedere in scena per la prima volta nove personaggi femminili di Grazia Deledda che interagiscono con la scenografia, ossia gli arazzi che compongono l’opera “Andando via. Omaggio a Grazia Deledda”, realizzati dalle tessitrici di Sardegna», spiega Giuditta Sireus. «Oltre alle attrici, è salita sul palco anche la danzatrice Claudia Tronci, che si è esibita in una performance che completa lo spettacolo. Un pregevole lavoro di gruppo che vede tra i professionisti coinvolti anche quattro musicisti straordinari, Raoul Moretti, Gavino Murgia, Gilda Buttà e Luca Pincini, che hanno realizzato la colonna sonora originale che accompagnerà la versione integrale dello spettacolo nei prossimi mesi», conclude Sireus.