SPETTACOLO

Il progetto “Andando via. Omaggio a Grazia Deledda” prevede una performance dove arte, teatro, musica, letteratura si fondono insieme, mettendo a punto una nuova sintesi creativa con l’utilizzo della riproduzione dell’ultima opera pubblica di Maria Lai, tessuta dalle tessitrici di Sardegna.

Tema chiave dello spettacolo è l’universo femminile descritto nei romanzi di Grazia Deledda, dove l’opera tessile funge da scenografia. Gli arazzi che la compongono, collocati su strutture leggere (moduli), sono visibili da ogni prospettiva, perché facilmente movibili e attraversabili. Le sagome stabili e fisse, che costituiscono e caratterizzano i tessuti, prendono vita attraverso l’interpretazione di un gruppo di attrici che danno voce e corpo alle protagoniste della scrittrice nuorese: Cosima, Olì, Maria Noina, La madre, Annesa, Marianna Sirca, le dame Pintor.

È un gioco di bianco e nero, di luce e ombra, di ritmo, di pieni e vuoti, d’arte e letteratura, musica e teatro, danza e silenzio. Protagoniste la voci delle donne deleddiane, accompagnate da una colonna sonora inedita realizzata da Luca Pincini con le esecuzioni musicali di Gilda Buttà, Gavino Murgia, Raoul Moretti e dello stesso Pincini.

Nello spettacolo ha un ruolo importante anche il portale con la geografia astrale, al quale sono affidati due distinti concetti e visioni:

  1. il portale come varco d’accesso al mondo letterario e terreno delle donne di Grazia Deledda;

  2. il portale e la geografia come viaggio verso l’Arte intesa come Universale, Infinita.

PRODUZIONE

Direzione artistica: Giuditta Sireus
Colonna sonora: Luca Pincini, con le esecuzioni musicali di Gilda Buttà, Gavino Murgia, Raoul Moretti e dello stesso Pincini.
Sceneggiatura: Neria de Giovanni
Altri testi: Giuditta Sireus
Coordinamento teatrale: Rita Atzeri
Durata spettacolo: 1h e 30 minuti circa

SE DESIDERI AVERE INFORMAZIONI SULLO SPETTACOLO E SU COME PORTARLO IN SCENA NEL TUO COMUNE, SCRIVICI